Le meraviglie di Damasco

Damasco-Palazzo-AzemDamasco, in Siria, è una delle più belle città in Medio Oriente, una località con delle meraviglie che lasciano indubbiamente a bocca aperta.

Il Palazzo Azem è uno dei più belli della città vecchia, è il palazzo del governatore ottomano Assad Pasha al-Azem, dispone di diverse sale che illustrano i mestieri e la cultura tradizionale.

Il Maristan Nur ad-Din, un manicomio del 12 ° secolo, è stato utilizzato fino al 19 ° secolo. I pazienti erano cullati dalla musica e dagli spruzzi dell’acqua delle fontane. Ora qui si trova un interessante museo della medicina che dimostra quanto avanzati erano gli arabi su questo fronte.

Situato all’interno delle mura della città vecchia, Souk al-Hamidiyeh è il più famoso souk (mercato) di Damasco. Costruito in più fasi durante l’epoca ottomana, la sezione orientale nel 1780 e la sezione occidentale nel 1883, questo souk ha subìto numerosi lavori di ristrutturazione, ma conserva ancora il suo fascino antico. Qui si possono trovare oggetti di argento tradizionale e gioielli in oro, oltre che mobili in legno finemente intagliati.

La moschea di Tekkiye as-Sulaymaniyye è stata commissionata dal sultano ottomano Sulayman il Magnifico e costruita dall’architetto Sinan in stile turco e siriano. Accanto c’è un Tekke, monastero, ora pieno di aerei militari in arrivo dal Museo dell’Esercito.

Il quartiere cristiano si trova presso la Via Recta, la principale arteria della città fin dall’epoca romana. Appena fuori dalla strada ci sono grandi case Damascene, oggi spesso trasformate in bar e ristoranti. Alla fine vi è la porta romana di Bab Sharqi e nelle vicinanze la cappella sotterranea di S. Anania.

La Grande Moschea degli Omayyadi, risalente agli inizi dell’VIII secolo, è stata costruita su un sito sacro da migliaia di anni. E’ stato un tempio aramaico, un tempio romano e una cattedrale bizantina.